Radio Avana Cuba

Una voce amica che percorre il mondo

  • Español
  • English
  • Português
  • Esperanto
  • العربية
  • Français
  • Italiano
  • Seguici su
  • Radio Habana Cuba en Facebook
  • Radio Habana Cuba en Twitter
  • Radio Habana Cuba en Youtube
  • Canal RSS principal
  • Inviare messaggio

Maggiori azioni negli Stati Uniti per arrivare alla sospensione del blocco contro Cuba

Da: Maria Josefína Arce

 

La maggior parte della società nordamericana è favorevole alla sospensione del disumano blocco economico, commerciale e finanziario che da quasi sei decenni Washington mantiene contro il popolo cubano e che è tuttora vigente nonostante il ripristino, il passato luglio, delle relazioni diplomatiche tra Cuba e gli Stati Uniti.

 

Per questo diversi settori statunitensi lavorano perché si ponga fine a questa misura unilaterale che impedisce una reale normalizzazione dei rapporti bilaterali, colpisce le relazioni commerciali internazionali ed impedisce inoltre che i nordamericani possano viaggiare liberamente a Cuba.

 

Pertanto, l'organizzazione statunitense Engage Cuba, che rappresenta grandi gruppi di attività ed organizzazioni non governative e che promuove la fine dell'assedio economico, ha istituito un gruppo di esperti per promuovere le relazioni tra i due paesi.

 

Lo spazio di dibattito, denominato Consiglio della Politica verso Cuba, conta tra i suoi membri specialisti di centri accademici e professionisti di differenti settori che forniranno informazioni e risoluzioni circa le sfide e le opportunità che aprono le relazioni tra i due paesi affinché queste possano continuare, rende noto un comunicato dell'ente.

 

Questa è una delle tante azioni promosse negli ultimi mesi in territorio statunitense per esercitare pressioni sul Congresso affinché si ponga fine a questa ostile e anacronistica politica che ha provocato perdite economiche al paese caraibico per più di un milione di milioni di dollari.

 

Dobbiamo ricordare che la Camera statunitense del Commercio ha annunciato alla fine dell'anno scorso la creazione del Consiglio di Affari Stati Uniti-Cuba come un passo in più verso l'apertura di un nuovo capitolo nella storia delle relazioni bilaterali.

 

La Camera, sottolineano gli esperti, possiede una capacità di influenza incredibile, dato che costituisce uno dei gruppi più grandi tra le lobby politiche nella nazione del Nord.

 

Attivi sono stati anche gli agricoltori statunitensi che hanno presto fondato la Coalizione Agricola degli Stati Uniti per Cuba e che sono giunti a Cuba con una nutrita delegazione con l'obiettivo di sondare le opportunità che offre il mercato cubano.

 

Il segretario statunitense dell'Agricoltura, Tom Vilsack, che si è recato anch'egli nella capitale cubana il passato novembre, ha stimato un mercato cubano importatore di alimenti di mille e 700 milioni di dollari ogni anno e di 11 milioni di persone a solo 90 miglia.

 

Molti sono i segnali che confermano l'interesse ed il desiderio di diversi settori statunitensi di eliminare il blocco economico, commerciale e finanziario affinché si giunga ad una reale normalizzazione delle relazioni bilaterali che benefici entrambi i popoli.

 

Eliminare completamente questa risoluzione richiederà il voto del Congresso, e nonostante diversi membri di entrambe le parti abbiano manifestato il loro sostegno per abrogarla, molti repubblicani continuano a trincerarsi dietro argomentazioni anacronistiche che durante tutti questi anni si sono dimostrate totalmente inefficaci.

Pubblicato da Enrica Antonella Matricoti
Commenti
Lascia un commento
Registrazione del numero di Utenti

2939903

  • Massimo: 19729
  • Ieri: 4644
  • Oggi: 769
  • In Linea: 117
  • Totale: 2939903